25 years for Erasmus.

 

È questo il motto del venticinquesimo anniversario di ESN Italia. Un motto semplice, chiaro e diretto, che spiega una passione spesso poco compresa da chi ci circonda. Un motto che rappresenta il nostro essere, la nostra motivazione, il nostro scopo. Ogni giorno ci diamo da fare, volontariamente, per gli Erasmus, per il progetto Erasmus che tanto ci ha ammaliato e coinvolto, per cercare di rimanere in contatto con un mondo che abbiamo potuto finalmente vedere con occhi diversi, un mondo che, per quanto grande e diverso, abbiamo vissuto come se fosse casa nostra.

 

Se anche tu sei stato in Erasmus, sicuramente al tuo rientro in patria, a casa con la tua famiglia, con i tuoi amici, con i tuoi colleghi, ti sei sentito “strano”, “spaesato” o più semplicemente FUORI LUOGO. Sì, perché quella fantomatica Post-Erasmus-Syndrome esiste, e ci sbatti forte la faccia nel momento esatto in cui inizi a chiudere la valigia per tornare a casa. E appena arrivi a casa, nella tua città, nella tua Università, parli a tutti del tuo Erasmus e cerchi - disperatamente - qualcuno che come te sappia cosa si prova, qualcuno che ti capisca, qualcuno che comprenda perché sei tanto entusiasta. E quasi sicuramente entrerai in ESN, perché capisce molto bene quella sensazione che stai vivendo e ha fatto di quella sindrome un motivo di crescita. Inizi ad uscire, ad organizzare eventi culturali per quei fortunati che vivono l’esperienza Erasmus nella tua città, vai a serate, aiuti gli Erasmus a sbrigare pratiche burocratiche con l’università, gli insegni l’italiano e loro, in cambio, ti insegnano la loro lingua, cucini per loro e assaggi un po’ della loro cultura, non ti lasci sfuggire un singolo secondo. Insomma ti costruisci un mondo nuovo, internazionale, a casa tua.

Quante volte noi volontari ci siamo sentiti chiedere “perché lo fai?” da amici e conoscenti? Sinceramente abbiamo perso il conto. Lo facciamo per loro, i nostri Erasmus, che segretamente (più o meno ndr) li invidiamo poiché stanno vivendo quell’esperienza che ci ha cambiato la vita.

Con le celebrazioni per il venticinquesimo anniversario di ESN Italia vogliamo rendere omaggio a tutte queste storie personali, fatte di scoperta, di crescita, di emozioni, ognuna a suo modo unica, ma che anche grazie ad ESN sono parte dello stesso viaggio, della stessa generazione: la Generazione Erasmus.

25 years for Erasmus vuol dire avere aiutato tante ragazze e ragazzi da ogni parte del mondo, studente per studente, ma nel far questo siamo sempre stati uniti, vicini: da quando eravamo appena 7 Sezioni 25 anni fa, al diventare la Nazione più grande d’Europa con le 53 attuali, abbiamo sempre tenuto alta la bandiera della Generazione Erasmus, figli del programma più bello dell'Unione Europea.

Quando ci incontriamo tra volontari, siamo consapevoli di essere parte di una stessa famiglia, e quando siamo insieme nascono nuove idee, scelte coraggiose per rendere l'esperienza Erasmus ancora più magica. I festeggiamenti per il nostro quarto di secolo non saranno diversi: ci incontreremo, rivedremo vecchi volti, vecchi amici, sarà occasione per guardarsi indietro, ma soprattutto per andare ancora più avanti.

Queste celebrazioni non sono quindi solo i 25 anni di una associazione, sono i 25 anni di 53 realtà, a volte completamente diverse, a volte quasi uguali, che vivono e hanno vissuto avventure straordinarie in ogni parte d’Italia.

Quindi, dobbiamo festeggiare!