La parola SFIDA già di per sè è impegnativa. #GenerazioneSenzaVoto è stata molto più di una sfida. E' stata la voglia di un intero Network di cambiare le cose nel nostro Paese, dando la possibilità a tutti gli Italiani all'estero per un periodo limitato di potere votare per le nostre elezioni senza dovere tornare in Italia.

Ricorderò sempre quel 6 Aprile 2013, il momento in cui durante la Piattaforma Nazionale di Trieste le Sezioni approvavano la proposta del Board da me presieduto di lanciare una proposta di legge di iniziativa popolare. A malapena sapevamo cosa fosse e come si potesse intraprendere un tale percorso. Ma c'era voglia di fare qualcosa di grande, tutti insieme.

Da lì in poi cominciavamo un percorso difficilissimo, fatto di passaggi burocratici infiniti, giornate sotto il sole, la pioggia, o anche la neve, fuori da chiese, supermercati, o dentro le università, per raccogliere le 50.000 firme necessarie a presentare la proposta alle Camere. Ma c'erano anche le conferenze stampa in Parlamento, i piani d'azione, le telefonate con Toni Del Sole da Bruxelles, i conteggi delle firme con telefonate tra Bari, L'Aquila e Camerino.

Nel frattempo si addensavano le critiche e i dubbi di chi non credeva nel progetto, di chi pensava che un gruppo di ragazzi universitari con la passione per l'internazionalizzazione stesse eccedendo i propri confini e che non potesse raggiungere un traguardo fuori portata. Non c'è nulla di peggio di chi dall'interno remi contro e speri che un progetto (della propria associazione) in cui non crede naufraghi. Altra #sfida vinta alla grande con i gufi tutti a casa.

Ma che ESN Italia stesse andando nella direzione giusta lo capivano anche i nostri parlamentari, che spinti dal grande rumore mediatico provocato dai nostri ragazzi, procedevano a proporre un emendamento trasversale alla proposta di nuova legge elettorale.

Il 27 gennaio 2015 il Senato approvava l'emendamento contenente la nostra proposta, spianando la strada verso il traguardo finale.

Un momento da ricordare di quella #sfida?

Ricordo un giorno in particolare: ferragosto 2014. Tutti al mare e tutti in ferie. Io stavo impazzendo perché secondo me non eravamo pronti per raccogliere le firme. Gironzolavo in modo nervoso sul balcone di casa mia, rispondendo male a chi mi stava intorno e mi diceva di rilassarmi perché era ferragosto.  Alla luce del risultato sono felice di essere impazzito durante quel ferragosto. E di non essere stato in spiaggia, anche se da capire e' difficile.

Se i nostri figli e nipoti un giorno, durante il loro Erasmus+ (o come si chiamerà) potranno votare è grazie a quella che è stata molto più di una #sfida. Una sfida di un gruppo di folli, vinta e che rimarrà nella storia, di ESN e di tutti i protagonisti di questo avvenimento.

Carlo Bitetto Presidente ESN Italia 2013 e 2014 - Ideatore campagna #GenerazioneSenzaVoto