Una proposta di legge di iniziativa popolare per permettere di votare direttamente dalla sede del proprio scambio europeo.

A seguito delle Elezioni Europee dello scorso 25 maggio e il conseguente semestre italiano di Presidenza Europea nasce forte più che mai l'esigenza di stimolare i giovani a partecipare maggiormente al processo decisionale italiano quanto europeo, oltre che evidenziare agli occhi delle istituzioni l'importanza di incentivare gli stessi cittadini più giovani, momentaneamente all'estero, ad esercitare agevolmente il proprio diritto di voto.

Alle ultime elezioni politiche è emerso drammaticamente il problema legato all'oggettiva difficoltà, principalmente di natura economica, di molti studenti italiani impegnati in un progetto di mobilità internazionale, a potersi recare presso il proprio seggio elettorale.

Diverse sono state le manifestazioni organizzate nel corso degli ultimi mesi da parte di molti studenti Erasmus, volte a sensibilizzare il Parlamento su tale problematica, che coinvolge tutti coloro che risiedano per un breve periodo, per motivi di studio o lavoro, in un altro paese europeo.

ESN Italia intende presentare una proposta di legge di iniziativa popolare che permetta agli studenti italiani che si trovano in Erasmus di poter esercitare il proprio diritto di voto senza dover necessariamente ritornare nel Paese di residenza. A tal fine è stato già redatto un testo normativo e una relazione illustrativa. Il Comitato Promotore con i Responsabili Territoriali presso le Corti d'Appello sono da mesi operativi su tutto il territorio nazionale. Nel mese di settembre prenderà avvio la raccolta delle 50.000 firme necessarie per la presentazione della proposta di legge.

Una volta raccolte le firme, congiuntamente ad una forte campagna mediatica, si punterà ad esercitare pressioni affinché la proposta non venga riposta in un cassetto del Parlamento Italiano. ESN Italia crede fortemente nella necessità di lanciare un messaggio forte alle istituzioni, in quanto associazione giovanile espressione di circa 20.000 soci volontari annui, da sempre impegnata non solo nella promozione dei programmi di mobilità ma anche nel portare avanti le istanze della cosiddetta Generazione Erasmus, oltre che nel sensibilizzare le fasce più giovani su tematiche a carattere europeo.

Se sei un cittadino che ha a cuore le tematiche europee, uno studente erasmus o in partenza il prossimo anno accademico per un programma di mobilità, oppure un'associazione giovanile interessata alla tematica e vuoi ricevere maggior informazioni e dare il tuo contributo alla raccolta firme contattaci a .